Il Mercato è il Solo Giudice della Tua Azienda

justice

Whatsapp, il colosso della messaggistica istantanea su smartphone, ha recentemente annunciato che entro fine 2016 non supporterà più le piattaforme BlackBerry, Symbian e le versioni più vecchie di di WindowsPhone e Android.

Da un lato si tratta di un ulteriore passo verso l’obsolescenza programmata, non più attraverso rotture fisiche degli apparecchi, ma attraverso la loro inutilizzabilità causa blocco delle applicazioni; dall’altro è l’ennesimo segnale che il mercato è un’entità assolutamente spietata e che il consumatore, alla fine, rimane il vero, unico arbitro.

Perché affermo questo? Basta leggere il comunicato ufficiale di Whatsapp per rendersene conto:

Dalla nascita di WhatsApp le quote di mercato sono incredibilmente cambiate. Nell’ormai lontano 2009 oltre il 70% dei device era targato BB o Nokia, con Google, Apple e Microsoft con solo il 25%. Oggi invece i tre colossi dominano incontrastati con il 99.5% dello share (Stati Uniti), lasciando agli altri le briciole.”

Oggi Blackberry arriva a stento all’1% di quota di mercato e Symbian addirittura è sparito.

Com’è stato possibile un simile ribaltamento in meno di dieci anni? La risposta è semplice: i vertici di BlackBerry e Nokia (Symbian), non sono stati in grado di percepire, cogliere e sfruttare le evoluzioni del mercato.

Chiaramente questo non vale solo per il comparto dei telefoni cellulari: chi si ricorda di Kodak? Era il marchio leader per le pellicole fotografiche, oggi è poco più di un ricordo sbiadito in quanto non ha saputo aggiornarsi per tempo, così come Polaroid.

L’elenco potrebbe estendersi ad ogni settore merceologico: Lotus, Borland, un tempo leader di mercato in campo software sono oggi solo ricordi d’archivio, come Digital Equipment, IBM e tanti altri. Alcuni hanno saputo reinventarsi, magari in scala ridotta, altri sono semplicemente spariti.

Tutti questi marchi, tuttavia, sono accomunati da un unico fattore: non aver saputo cogliere i segnali di cambiamento provenienti dal mercato.

E tu? Sei in grado di cogliere i segnali deboli di cambiamento o rischi di essere il prossimo Blackberry?

Luca Campolongo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...