Il Coraggio delle Scelte

caprotti

Superati i 90 anni di età, Bernardo Caprotti, il fondatore di Esselunga ha dato mandato a Citigroup di cercare un acquirente per la sua catena di supermercati.

Il patron e fondatore della prima catena di grande distribuzione italiana ha dimostrato, ancora una volta, di avere coraggio nelle proprie scelte. La mossa di vendere l’impero da lui fondato arriva dopo una lunga vicenda giudiziaria che lo ha visto contrapposto ai figli per il controllo della società. Figli da lui ritenuti non idonei a prendere il suo posto.

Non ci interessa entrare nelle vicende personali della famiglia Caprotti, ma ciò che qui ci preme evidenziare è come il fondatore del gruppo abbia antemposto l’interesse e la continuità dell’azienda agli affetti famigliari, dimostrando in questo coraggio e lungimiranza.

In Italia la prima causa di morte delle aziende è proprio legata al passaggio generazionale, ovvero alla scarsa capacità degli eredi nel proseguire quanto avviato dai proprio genitori. In molti casi la colpa è dei genitori, che tengono lontano dalle leve decisionali i figli, bloccandone in tal modo la crescita professionale; in altri deriva proprio dalla scarsa attitudine delle nuove generazioni a proseguire l’attività imprenditoriale.

In entrambi i casi si può arrivare a crisi aziendali di dimensioni tali da compromettere l’esistenza stessa dell’impresa.

Preparare per tempo la successione aziendale, valutando tutte le alternative possibili deve essere un imperativo assoluto per tutti gli impreniditori che vogliano dare continuità alla propria attività, ed il risk management può venire in loro supporto.

Luca Campolongo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...